La redazione di Contro Calcio accoglie e fa incontrare una pluralità di professionisti che lavorano nel settore del calcio. Siamo tutti accomunati da una grande dedizione al nostro lavoro e dalla passione per il calcio”.

 

Maurizio Canino: “Fiorentino classe 1967, giornalista pubblicista con la passione del calcio e lo sport in generale, tanto da intraprendere la carriera di giornalista e opinionista sportivo in diverse trasmissioni regionali e nazionali ( Teleitalia 7 gold, Toscana Tv Rete 7, Sportitalia ) e anche radiofoniche. Sempre per passione nel 2017 crea Contro Calcio Radio web,una pagina nuova nel mondo dei social, dove a parlare è la fede calcistica in cui ogni visitatore si può ritrovare seguendo la propria squadra del cuore. E si arriva ad “ oggi”, ottobre 2020; Contro Calcio Radio web diventa una realtà ancora più consolidata avvalendosi di firme e redattori di prestigio e diventando SocialTv e Web nel vero senso del termine. Sempre proiettato verso il futuro, con la passione che lo contraddistingue e con la voglia di fare giornalismo sportivo a livelli sempre più alti.”

 

Lorenzo Somigli: “Giornalista pubblicista, copywriter, ufficio stampa, social media manager. Innamorato della parola quasi quanto della mia Fiorentina. Il mio motto: faber est suae quisque fortunae. Credo in Contro Calcio social tv perché può diventare un network di tifosi e professionisti del calcio”

 



Renzo Nardi: “Nato a Firenze il 6 agosto 1971, sposato e babbo di una bambina e un bambino, ha frequentato il liceo scientifico agli “Scolopi” di Firenze e si è laureato presso la facoltà di Giurisprudenza nell’università di Siena. Nel passato ha avuto una lunga e proficua esperienza nella politica e nelle istituzioni, che lo ha portato anche ad essere assessore. Attualmente è sindacalista nel settore Poste. Calcisticamente ha giocato come portiere in importanti squadre nel settore giovanile, ottenendo buoni risultati. Dopo un infortunio e una lunga pausa poi,ha terminato la carriera giocando alcuni anni in campionati dilettantistici minori. Appassionato oltre che di calcio anche di ciclismo, da sempre grande tifoso del Milan”

 

Enrico Flavio Giangreco: “Laureato in Economia Aziendale all’Università Bocconi di Milano, è giornalista professionista, consulente e docente di Comunicazione e Marketing. E’ opinionista anche sui temi dello sport management per NovaStadio ed InterFanTV e lo è stato per Sportitalia. Ha scritto di economia per numerose testate della carta stampata, della televisione e del web. Ha insegnato Marketing e Comunicazione nello Sport presso il Master in Management e Diritto dello Sport dell’Università degli Studi eCampus ed è stato docente anche di Sport Marketing alla European School of Economics di Milano. Ha pubblicato, insieme ad Alberto Canova, I Fondi Strutturali (FrancoAngeli) e, con Giorgio Falsanisi, Le società di calcio del 2000 (Rubbettino). Ѐ autore de La fabbrica del pallone (Rubbettino) e de Il marketing e la comunicazione nello sport (FrancoAngeli).”

 

Fabio Castellaneta: “Nasco a Torino il 21 febbraio 1975 da una famiglia juventina, di conseguenza non potevo che esserlo anche io perché è nell’ ordine naturale delle cose. Negli anni questa passione si trasforma da curvaiolo sfegatato a persona più razionale (forse…), tanto che ad un certo punto, un po’ per fortuna o per il caso o per il destino, comincio ad essere visto anche come un opinionista e comincio a collaborare con alcuni blog scrivendo articoli sulla Juventus a “modo mio”; poi arriva il grande salto con la presenza in alcune trasmissioni tv piemontesi e l apparizione saltuaria su Radiobianconera. Infine Controcalcio. A più di un anno dall’inizio di questa avventura ho imparato tantissime cose, e l’aver a che fare con veri professionisti del settore non ha fatto altro che arricchirmi ancora di più. Non mi sento di promettere nulla, ma una cosa la posso dire: se deciderete di riporre la vostra fiducia in me, non ve ne pentirete. Fino alla fine!”

 

Franco Leonetti: “Torinese, nato il 21 luglio del 1965. Giornalista e scrittore, laureato in Lettere Moderne indirizzo storico, ha pubblicato due romanzi scrivendo anche in testi dedicati al calcio e alla Juventus. Il tutto durante le decine di esperienze spese tra uffici stampa, carta stampata, siti web, radio e tv. Presentatore di eventi dal vivo e collaboratore fisso del network nazionale televisivo 7 Gold, ricopre la carica di consigliere dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte. Va in onda il lunedì e il venerdì a “Ieri e oggi”, il programma del mattino di Radio Bianconera, nella fascia oraria che va dalle 9 alle 10.”

 

Marco Edoardo Sanfelici: “Mentre regalavo al mondo i miei primi vagiti, il freddo dell’inverno era talmente spietato, da spezzare i platani di corso Vittorio, sotto l’espansione della linfa gelata. Anno strano, il 1956, se addirittua la Fiorentina riuscì a vincere lo scudetto per la prima volta. E non di meno del tutto “particolari” gli elementi che in quell’anno esordirono nel difficile mestiere di vivere. Non faccio eccezione, anzi: mi porto appresso un caratteraccio ed un errore dell’Ufficio dell’Anagrafe. Faccio Marco Edoardo dunque di nome e Sanfelici di cognome. Giacchè un anonimo impiegato mi ha appioppato il secondo nome, guai a chi me lo tocca. Sono juventino di tifo ed un po’ di aspirazione, dato che la scelta avvenne nel cortile d’infanzia perché l’amichetto più simpatico tifava Juve, mentre l’altro compagno di giochi alquanto scorbutico sosteneva i colori granata. Così va il mondo, o meglio, così andava il mondo di Torino sessanta anni fa. Di tutti i vantaggi ereditati, giuro, ero all’oscuro. Ho sempre cercato di confondermi nella folla della curva, fino a quando una giovane e graziosa conduttrice di una televisione locale non mi ha ordinato di sedermi tra una delle sedie degli ospiti, in un vecchio teatro TV. E’ cambiata la prospettiva. Da quel momento, or sono 13 anni, ho messo sovente la faccia nel video, nei social, nelle testate online, ho curato un blog, ho risposto e continuo a rispondere ad inviti e simili. Troppa grazia, sant’Antonio e soprattutto sollevo ogni responsabilità. Poco ma sicuro. Controcalcio, compreso.”

 

Andrea Rastelli: “nato a Pistoia il 19-10-1973 residente a Montecatini Terme, nella periferia di Nievole.Diplomato in scienze umane, sto frequentando la triennale in scienze motorie, attualmente lavoro come collaboratore scolastico all’ istituto agrario Anzilotti di Pescia. Ho sempre avuto una grande passione per lo sport e la politica.Lo sport è ciò che ha caratterizzato maggiormente la mia vita. Ho iniziato con il calcio per poi passare alla corsa podistica che mi accompagna ormai da oltre 20 anni.L’amore per la Fiorentina è iniziato fin dalla nascita grazie a mio padre che mi portava con sé allo stadio. Ho assistito ai molti successi della viola ed anche agli eventi più spiacevoli a partire dal grave infortunio subito da Giancarlo Antognoni nel Novembre dell’81.Mi occupo anche di politica in maniera attiva nel mio territorio, ho seguito anche molto le vicende che hanno legato la mia città allo sport. Ho avuto contatti con il mondo sportivo fiorentino e molto spesso mi sono ritrovato a condividere progetti con personaggi di spicco dello sport e con addetti della carta stampata. Una mia battuta sulla”sperata” realizzazione del nuovo stadio che Commisso vorrebbe realizzare per la Fiorentina,trattandosi di Campi Bisenzio, scrissi che il nome adatto sarebbe stato “ Campi Nou”,questo mi ha permesso di conoscere Maurizio Canino ideatore del programma ControCalcio e in seguito Lorenzo Somigli. La mia battuta fu ripresa e apprezzata da tantissimi tifosi ed alcuni media di spicco tra cui i Tg regionali.Da quel momento in poi nacque la collaborazione con Maurizio Canino e Controcalcio dove intervengo sulle vicende della Fiorentina, quella che, dopo gli affetti familiari, è il più grande amore della mia vita.”

 

Alessandro De Carolis: “Nato a Frascati (RM) il 19/07/89. Laureato nella magistrale di Scienze dell’Informazione, della Comunicazione e dell’editoria presso l’università di Roma Tor Vergata. Iscritto all’Ordine dei Giornalisti del Lazio (elenco pubblicisti) dal 2015. Esperienze lavorative presso le redazioni di: Italia Sera, Nuovo Corriere Laziale, Lazio Story.”

 

 

Gabriele Taverni: “26 anni, nato a Poggibonsi ma residente a Certaldo da sempre, paese natio del sommo poeta Boccaccio e di…Luciano Spalletti. Laureato in Scienze della Comunicazione a Siena nel 2018 e giornalista Pubblicista dal 2019, amo questo lavoro da quando compravo il Corriere dello Sport al mare in Sardegna a 10 anni! Dal 2019 nella fantastica redazione di Contro Calcio.”





 

Mario Martinelli: “Nasco nel 1988 in provincia di Bergamo e in una famiglia calciofila, iniziando a nutrirmi di pane e calcio e guardando le partite in tv. Ad inizio anni 2000 vengo travolto dalla passione per il giornalismo, gioco al pallone nelle giovanili dell’Issese, una squadra della mia zona (punta, boss del turnover, centro panchinaro ufficiale) e ne divento il ‘giornalista’. Finisco presto in cantiere perché ‘chi ha voglia di studiare?’ A 16 anni, tra mattoni e impianti elettrici continuo a coltivare la passione dello scrivere, che diventa realtà quando nel 2006 inizio a collaborare per il Giornale di Bergamo. Il calcio Dilettantistico è il mio grande amore: le collaborazioni aumentano, prima il Bergamo & Sport, poi l’eco di Bergamo (per il quale tuttora scrivo). Successivamente commento per un anno il calcio femminile in tv per Videostar (le gare del Mozzanica), con la quale nel frattempo collaboro saltuariamente nella trasmissione ‘Parliamo D calcio’, sempre in ambito Dilettantistico. Per un breve periodo scrivo pure per ‘SpazioJuve’, poi il salto in pianta stabile nella squadra di Seilatv (emittente televisiva bergamasca) e nel programma Seiladea, in onda durante tutte le gare dell’Atalanta e condotto dal veterano Patrizio Romano: così dal 2016 al 2018. Mi tolgo poi nel 2019 il grande sfizio di partecipare anche alla trasmissione ‘Coppe pazze’ su top calcio 24 con Andy Nine e inizio a collaborare pure con Radio Bianconera e la fantastica Controcalcio Radio Web del direttore Maurizio Canino. Attualmente continuo a trattare pure il calcio Dilettantistico con la rubrica ‘il doppio misto del Tinez’ sul mio profilo Instagram @iltinez88. Ora eccomi in questa nuova squadra, per dare il mio contributo, sperando di portare la mia passione e professionalità. Ad maiora!”

 

Luca Ferrrari: “Sono nato nell’ormai lontanissimo millenovecentosettantuo, con una gravissima “malattia”. Il Genoa. Mi diletto a scrivere con penne rossoblù. Ho iniziato quasi per gioco con la collaborazione con Canale Genoa, sito web allora tra i più seguiti nel panorama genovese. Dopo quella esperienza è iniziata la collaborazione con Realtà genoana inframmezzata da un breve periodo di collaborazione con DNA Rossoblù. Realtà Genoana presente anche sui canali social, canale youtube e radio web. Sono stato opinionista fisso alla trasmissione Quelli che il Genoa sul canale 16 del DDT. L’esperienza era programmata anche per quest’anno ma la pandemia ha consigliato l’editore a vendere le frequenze. Oltre a Realtà Genoana con tutti i suoi risvolti, collaboro quotidianamente con una radio web Radio Zena e sono opinionista sulla web TV New Signal nella trasmissione One Genoa. Per non farmi mancare nulla…ci sono altri succulenti progetti… Come si può vedere il mio cuore, e non solo, è totalmente colorato con i due più bei colori al mondo!”

Stefano Borgi: “Nasce a Firenze il 19 agosto 1966. Nel 1985 consegue la maturità classica al liceo “Niccolò Machiavelli”, e successivamente frequenta la facoltà di Scienze Politiche “Cesare Alfieri” a Firenze. Contemporaneamente studia musica classica e moderna, conseguendo privatamente il diploma del 5° anno di pianoforte. La vera passione, però, è lo sport. Segnatamente il tennis (negli anni ’80 fa parte dell’agonistica del T.C. Scandicci), ma soprattutto il calcio. Spinto dal tifo per la Fiorentina e da una memoria storica che lo porterà (nel 2006) a muovere i primi passi nel mondo giornalistico. La prima collaborazione, fino al 2017, è con l’emittente radiofonica Lady Radio. Al suo interno è inviato per il quotidiano “Metropoli”. Nel 2008 prende il tesserino di pubblicista e collabora (fino al 2014) col sito Firenzeviola.it. Dal 2008 al 2011 fa parte della redazione sportiva del “Corriere di Firenze” (poi ribattezzato “Nuovo Corriere di Firenze”) e scrive il libro “Sprofondo Viola” (edito da Violacea), con la prefazione di Cesare Prandelli. Nel 2009 entra nella “Commissione Storia” del Museo Fiorentina, lavorando a schede celebrative della storia viola pubblicate sul media ufficiale di ACF Fiorentina Violachannel.tv. Nel 2017 scrive per il mensile nazionale “Calcio 2000”, edito dal network Tuttomercatoweb. Negli anni ha collaborato anche con Italia 7, Toscana TV e Radio Blù. A novembre 2020 inizia l’avventura con “Controcalciosocialtv.it”.

Simone Landi fiorentino classe 1997, appassionato di calcio e sport in generale. Tifoso del Milan da sempre, scrivo per trasmettere agli altri le mie impressioni sul mondo del calcio e in particolare relativa alla realtà rossonera





Michele Lorusso ( Michele Uno di Noi) Sono nato a Milano il 22 ottobre 1982 un anno Mondiale! La leggenda vuole che la mia culla avesse i lenzuolini di colore rossonero, amore che, unito alla passione per il calcio mi ha portato a condurre diverse trasmissioni sportive su esserewebradio.it Come milanista e come opinionista sportivo, frequenti sono state le partecipazioni in trasmissioni di altre emittenti radiofoniche , televisive e social. Con la fede nel cuore, ma una celata obiettività sportiva analizzo casa Milan