In EvidenzaNews

Questo pazzo…Fiorentina-Genoa

Solo una mischia finale salva Prandelli

Per definire questo assurdo Fiorentina-Genoa parto dalla fine e cioè da quegli assurdi 6′ di recupero che sono diventati 7.15′. Proprio sull’ultimo cross, dopo che quindici secondi prima Destro era in possesso della palla sulla bandierina opposta, è arrivato il flipper che è stato fatale per il Genoa e che ha regalato una boccata d’ossigeno alla viola.

Un punto che scontenta tutti e che soprattutto ammazza il morale della truppa di Maran attesa, ora, da un duo di gare casalinghe contro Juventus e Milan. Sarebbe potuta essere una boccata di ossigeno puro ed invece è stata una bevanda amara con il retrogusto della beffa. Inconcepibile tempo di recupero a parte, il pareggio è il risultato più giusto, anzi la viola ha macinato più gioco nella ripresa e, anche se in maniera assolutamente confusionaria, ha creato qualche grattacapo al Genoa andando persino in gol ad un quarto d’ora dalla fine con Bonaventura.

Il gol, che avrebbe quasi per certo scritto la parola fine sul match, è stato giustamente annullato dallo scarsissimo Doveri per un evidente quanto inutile strattonata dell’autore del punto su Lerager. La svolta della gara arriva dalla panchina con le sostituzioni volute da Prandelli che ha tolto il trio d’attacco proprio nel momento di massima pressione viola. Così facendo, anche grazie agli inserimenti di Destro e Pjaca, la gara è diventata più equilibrata fino al minuto ’89 quando il duo dei ha confezionato il punto dello 0-1 che assomigliava tanto ad una vittoria.

Invece, dopo essersi letteralmente mangiato il punto dello 0-2 con Destro, la partita ha avuto l’epilogo del pareggio viola. Fronte Genoa si può recriminare per l’occasione sciupata che avrebbe permesso di accorciare le distanze su tutte le squadre che la precedono in classifica, fronte viola il rimpianto è di non aver avuto la meglio su una squadra povera in tutto.

Articoli Correlati

Back to top button