In EvidenzaNews

Milan-Torino 2-0: rossoneri sempre in testa

Nella sfida del sabato sera del Meazza il Diavolo prende per le corna il Toro

Serata di calcio allo stadio San Siro di Milano dove il Milan è chiamato a riscattare la sconfitta dell’Epifania subita contro la Juventus.

Si poteva pensare infatti a delle conseguenze psicologiche date dalla prima sconfitta stagionale invece la squadra capitanata da mister Pioli risponde presente a gran voce dominando per tutta la durata dei 90 minuti il Torino guidato dall’ex Giampaolo.

Nel primo tempo si assiste ad uno spettacolo a tinte rossonere: il Milan infatti riesce a fraseggiare velocemente nelle stretto riuscendo a sfondare per via centrale e mettendo di conseguenza il Torino in grandissima difficoltà.

Al minuto 25 i rossoneri riescono a concretizzare in maniera assoluta la percussione offensiva di Theo Hernandez che scambia con Brahim Diaz che di prima mette Leao davanti al portiere : il giovane portoghese non sbaglia è fredda Sirigu griffando l’1-0 milanista.

Il Milan riesce continuamente a rendersi pericoloso e al minuto 35 Brahim Diaz viene atterrato fallosamente in area di rigore da Belotti: dal dischetto va Kessie che porta il risultato sul 2-0 spiazzando il portiere granata.

Nei minuti finali del primo tempo  si è spettatori di due occasioni da gol (una per parte): per i granata, al  minuto 43, l’ex di turno Ricardo Rodriguez colpisce la traversa con un calcio di punizione dai 20 metri;  per il Milan , allo scadere della frazione , Kessie potrebbe trovare la doppietta personale ma si fa ipnotizzare dall’estremo difensore granata Sirigu.

Nel secondo tempo non vi sono molte occasioni da gol ma vi sono comunque numerosi colpi di scena :

al minuto 53 viene annullato un rigore al Torino dal Var per fallo di Verdi su Tonali; il centrocampista rossonero è costretto ad abbandonare il campo in barella per la fortissima contusione rimediata.

Al minuto 60 esce malconcio dal campo anche Brahim Diaz, migliore in campo per distacco: il fantasista spagnolo si è rivelato devastante tra le linee sfruttando al massimo la sua rapidità abbinata alle proprie capacità tecniche( di alto livello).

Nei minuti finali c’è spazio per il ritorno in campo del fuoriclasse svedese Zlatan Ibrahimovic, fondamentale per la squadra rossonera.

Da segnalare inoltre l’ammonizione(dubbia) rimediata da Leao, che, diffidato, salterà la sfida di lunedì contro il Cagliari.

Termina quindi 2-0 la sfida del Meazza con il Milan che allunga(provvisoriamente) sull’Inter e mantiene così la testa della classifica di Serie A.

 

Simone Landi

fiorentino classe 1997, appassionato di calcio e sport in generale. Tifoso del Milan da sempre, scrivo per trasmettere agli altri le mie impressioni sul mondo del calcio e in particolare relativa alla realtà rossonera

Articoli Correlati

Back to top button