In EvidenzaNews

Milan-Inter: 0-3

Larga vittoria dei nerazzurri a danno del Milan di Pioli

C’è poco da dire, il risultato parla chiaro: Milan 0 Inter 3. Derby pomeridiano a San Siro dove una solida Inter travolge un Milan timido e poco convinto dei propri mezzi.

Si vede subito come l’inerzia della partita vada dalla parte interista, quando al minuto 4 Lautaro, lasciato solo in mezzo all’area di rigore, porta in vantaggio l’Inter con un colpo di testa preciso a due passi dalla porta.

Dopo una prima mezz’ora a dir poco imbarazzante, il Milan prova a raddrizzare la partita portando più uomini nella metà campo avversaria: la manovra della formazione rossonera risulta essere però troppo lenta e non in grado di mettere in affanno la retroguardia nerazzurra.

Nella ripresa la partita potrebbe prendere una piega decisamente differente ma tre interventi decisivi di Handanovic che blinda la porta interista, negando la gioia del gol prima a Ibrahimovic e poi a a Tonali.

Il Milan prova così a riaprire il match, ma è nuovamente l’Inter ad andare in rete, con Lautaro Martinez che realizza la doppietta personale al termine di un contropiede di egregia fattura, tipicamente Contiano. Il gol dello 0-2 tramortirebbe qualsiasi squadra ed infatti è così anche per il Milan , che non reagisce più.

L’Inter chiude definitivamente il derby con Lukaku che, in contropiede, si sposta il pallone sul sinistro e fulmina Donnarumma sul primo palo.

La partita si chiude quindi così con l’Inter che allunga a +4 sul Milan che adesso deve guardarsi le spalle dalle altre contendenti alle posizioni di vertice.

Partita che poteva cambiare faccia nella prima parte del secondo tempo , ma , come ben sappiamo , il calcio è fatto di episodi , e gli episodi determinano le partite.

L’Inter ha dimostrato di essere superiore al Milan non soltanto sulla carta , ma anche in campo , vincendo un derby che la lancia ancor più verso uno Scudetto che , a mio avviso , può soltanto perdere suicidandosi da qua al termine del campionato.

Dall’altra parte c’è un Milan che deve necessariamente riprendere fiato dopo due sconfitte consecutive in campionato , facendo ordine sia in testa che un campo in quanto lunedì prossimo c’è la Roma , altro avversario di alto livello.

La formazione rossonera sembra essere calata vistosamente a livello fisico e diventa difficile , come ho sempre pensato , che possa lottare fino in fondo per il campionato; rimane quindi come obiettivo il quarto posto , che a mio avviso non è di agevole raggiungimento , necessario per l’accesso alla prossima Champions League.

Simone Landi

fiorentino classe 1997, appassionato di calcio e sport in generale. Tifoso del Milan da sempre, scrivo per trasmettere agli altri le mie impressioni sul mondo del calcio e in particolare relativa alla realtà rossonera

Articoli Correlati

Back to top button