In EvidenzaNews

Ho visto cose…

Il commento di Stefano Borgi alla gara del Franchi

Parafrasando il celebre adagio, ho visto cose che voi umani non potete immaginare. Ho visto un primo tempo orribile (eufemismo), una squadra spezzata in due, lenta, impacciata, impaurita, incapace di produrre ed anche (per lunghi tratti) di difendere. Ho visto un calciatore (Kouamé) che in questo momento non può giocare. Non corre (passeggia), non pressa, non aiuta i compagni, non controlla un pallone, perde tutti i duelli… con lui la Fiorentina ha giocato in 10. Di contro ho visto Eysseric risultare decisivo: nella gestione della palla, nel pressing, nella realizzazione. Ho visto (finalmente) segnare un subentrante, lo stesso francese e prima di lui Castrovilli. Non era mai successo, eccetto Montiel ad Udine, ma si era in Coppa Italia. Ho visto Biraghi crossare senza sbattere sull’avversario, addirittura di destro, credo una primizia nella sua carriera. Ho visto la Fiorentina vincere con più di un gol di scarto. Era successo contro la Juve, ma (non ce ne vorrete) quella è stata una partita unica nel suo genere. E quindi non catalogabile. Sto vedendo una classifica rassicurante, rasserenante, a più 10 sulla terz’ultima. Non c’è da esultare, solo prenderne atto. E migliorare. In sintesi: ho visto la Fiorentina più brutta della stagione, che però ha vinto. Anzi, ha stravinto. Stranezze del calcio…

Stefano Borgi

Nasce a Firenze il 19 agosto 1966. Nel 1985 consegue la maturità classica al liceo “Niccolò Machiavelli”, e successivamente frequenta la facoltà di Scienze Politiche “Cesare Alfieri” a Firenze. Contemporaneamente studia musica classica e moderna, conseguendo privatamente il diploma del 5° anno di pianoforte. La vera passione, però, è lo sport. Segnatamente il tennis (negli anni ’80 fa parte dell’agonistica del T.C. Scandicci), ma soprattutto il calcio. Spinto dal tifo per la Fiorentina e da una memoria storica che lo porterà (nel 2006) a muovere i primi passi nel mondo giornalistico. La prima collaborazione, fino al 2017, è con l’emittente radiofonica Lady Radio. Al suo interno è inviato per il quotidiano “Metropoli”. Nel 2008 prende il tesserino di pubblicista e collabora (fino al 2014) col sito Firenzeviola.it. Dal 2008 al 2011 fa parte della redazione sportiva del “Corriere di Firenze” (poi ribattezzato “Nuovo Corriere di Firenze”) e scrive il libro “Sprofondo Viola” (edito da Violacea), con la prefazione di Cesare Prandelli. Nel 2009 entra nella “Commissione Storia” del Museo Fiorentina, lavorando a schede celebrative della storia viola pubblicate sul media ufficiale di ACF Fiorentina Violachannel.tv. Nel 2017 scrive per il mensile nazionale “Calcio 2000”, edito dal network Tuttomercatoweb. Negli anni ha collaborato anche con Italia 7, Toscana TV e Radio Blù. A novembre 2020 inizia l’avventura con “Controcalciosocialtv.it”.

Articoli Correlati

Back to top button