In EvidenzaNews

Coppa Italia (Ottavi): il Milan batte il Toro ma solo ai rigori

La gara si decide ai rigori dove i rossoneri vincono per 5 a 4

Serata di calcio allo stadio San Siro di Milano: ad affrontarsi sono nuovamente Milan e Torino ma questa volta la sfida vale l’accesso ai quarti di finale di Coppa Italia.

Nelle formazioni iniziali si evidenzia il ritorno in campo dal primo minuto di Zlatan Ibrahimovic che torna titolare dopo 51 giorni.

Al contrario di come potessimo immaginarci è la formazione granata a gestire il pallino del gioco nel primo tempo, mostrando un buon giro palla che però risulta inefficace in quanto particolarmente lento per poter insidiare la retroguardia rossonera.

Il Milan invece preferisce invece attuare una strategia leggermente più attendista, cercando di ripartire in contropiede sfruttando le sponde di Ibrahimovic per i vari Leao, Diaz e Castillejo.

In un primo tempo giocato a ritmi non elevatissimi spicca l’occasione che capita sui piedi di Ibrahimovic che dai 15 metri scarica una sventola di collo pieno che finisce leggermente alta sopra la traversa.

Nell’intervallo Pioli sostituisce Ibrahimovic con Hakan Calhanoglu e lancia nella mischia Hauge per Castillejo.

Il Milan entra in campo con un altro piglio alzando notevolmente i giri del motore. Il secondo tempo infatti pullula di occasioni da rete: al minuto 50 Leao il tiro di Leao viene murato da un buon intervento di Vanja Milinkovic-Savic e nel giro di pochi minuti prima Dalot e poi Calabria vengono fermati dal palo.

Pioli capisce che è arrivato il momento di spingere ed inserisce così Kessie e Theo Hernandez.

Al minuto 76 i rossoneri chiedono un calcio di rigore per fallo di Vanja Milinkovic-Savic che travolge in uscita Rafael Leao: Gianluigi Donnarumma (dalla panchina) viene espulso per proteste dal direttore di gara Valeri.

La più grossa occasioni capita sui piedi del talento spagnolo Brahim Diaz (migliore in campo) che al minuto 87 calcia alto a tu per tu con l’estremo difensore granata.

Nei tempi supplementari non vi sono occasioni da rete di rilievo con le due squadre che evidenziano una notevole stanchezza. Si va così ai calci di rigore dove la parata di Tatarusanu su Rincon risulta decisiva con Calhanoglu che chiude la lotteria dei penalty battendo Vanja Milinkovic-Savic.

Sequenza calci di rigore

Milan: Kessie (goal), T. Hernandez (gol), Tonali (goal), Romagnoli (goal), Calhanoglu (goal). Torino: Belotti (goal), Lukic (goal), Lyanco (goal), Rincon (parato), Milinkovic-Savic (goal).

Il Milan approda così ai quarti di finale di Coppa Italia dove affronterà l’Inter.

Simone Landi

fiorentino classe 1997, appassionato di calcio e sport in generale. Tifoso del Milan da sempre, scrivo per trasmettere agli altri le mie impressioni sul mondo del calcio e in particolare relativa alla realtà rossonera

Articoli Correlati

Back to top button