In EvidenzaNews

Cagliari-Milan 0-2: Ibra torna e trascina

Rossoneri in testa alla classifica

C’era bisogno di una risposta alla meritata vittoria dell’Inter sulla Juventus e una risposta è arrivata, decisa, netta, con il classico dei risultati: è 0-2 alla Sardegna Arena, con il Milan che rimane ancora al vertice della classifica di Serie A.

Dopo un buon pressing iniziale, al minuto 7, Brahim Diaz scappa tra le linee e serve Ibrahimovic in area che viene atterrato alle spalle da un ingenuo Lykogiannis. Dal dischetto va lo svedese che, spiazzando Cragno, porta avanti i rossoneri.

Alla metà della prima frazione vi sono due altre occasioni da rete per la formazione meneghina, entrambe con Calabria protagonista: nella prima il terzino viene fermato da un ottimo intervento di Cragno, mentre nella seconda il gol gli viene negato dal palo.

Nel primo tempo è sicuramente da segnalare l’ammonizione( dubbia) rivolta al capitano rossonero Romagnoli che, diffidato, salterà la sfida contro l’Atalanta.

Nell’intervallo entra Kalulu per Kjaer, sostituito per precauzione (fastidio lombosciatalgico).

Al minuto 52 i rossoneri raddoppiano con il solito Ibrahimovic che, lanciato da Calabria, fredda Cragno con un preciso diagonale.

Nella ripresa entrambe le squadre hanno la possibilità di segnare: al minuto 63 il centravanti del Cagliari Simeone viene fermato da un ottimo intervento in uscita di Donnarumma mentre un minuto dopo è Zlatan Ibrahimovic a cercare la rete, con Cragno che gli nega la gioia della tripletta.

Al minuto 74 il subentrante Saelemaekers viene espulso per una doppia (e sciocca) ammonizione, lasciando la propria squadra in inferiorità numerica per il finale di partita.

Il Milan riesce comunque a gestire con maturità il risultato, portando a casa tre punti importantissimi in vista della sfida di sabato contro l’Atalanta, dove dovrà fare a meno di Romagnoli, Theo Hernandez, Calhanoglu e Saelemaekers; in dubbio Rebic, Krunic, Bennacer e Kjaer.

Ennesima nota di merito per Zlatan Ibrahimovic che, tornato titolare in Serie A, realizza la quinta doppietta stagionale e la dodicesima rete in 8 presenze (1 goal ogni 52 minuti giocati).

Simone Landi

fiorentino classe 1997, appassionato di calcio e sport in generale. Tifoso del Milan da sempre, scrivo per trasmettere agli altri le mie impressioni sul mondo del calcio e in particolare relativa alla realtà rossonera

Articoli Correlati

Back to top button