In EvidenzaNews

Atalanta, missione compiuta!

Gli orobici staccano il pass per gli Ottavi

La Dea lascia l’Amsterdam Arena con la qualificazione in tasca e il pass per gli Ottavi, conquistato al termine della gara vinta contro l’Ajax. Un passaggio del turno prestigioso, perché ottenuto in un girone comunque tosto e agguerrito e conquistato con le unghie e con i denti, in un clima decisamente movimentato.

Primo tempo dalle polveri bagnate e caratterizzato dai ritmi bassi, dove c’è da segnalare un’ottima occasione per parte. La prima è per i bergamaschi, che al 19′ sfiorano il vantaggio: Gomez serve Zapata che appoggia per De Roon, il quale conclude di potenza, con la palla che esce di poco a lato. Allo scadere di tempo, in pieno recupero, padroni di casa vicini al gol con Brobbey, che su cross di Antony impegna Gollini con un colpo di testa centrale, bloccato dal portiere.

Ad inizio ripresa Ten Haag gioca la carta Quincy Promes al posto di Brobbey e successivamente al 20′ getta nella mischia Huntelaar per Tagliafico ed Ekkelenkamp per Labyad. Al 30′ Gollini salva alla grande su Klaassen, respingendo una sua iniziativa personale.

Cambi anche nella Dea a dieci dal termine con Muriel e Palomino per Zapata e Gosens, l’Ajax rimane in dieci per il doppio giallo a Gravenberch e subito dopo il puntero neo entrato manda alto di testa su suggerimento di Gomez. Il gol qualificazione arriva al 40′ con Muriel che viene imbucato da Freuler, salta Onana e deposita in rete. L’esultanza di gruppo al triplice fischio vale più di mille parole: l’Atalanta è agli ottavi di finale!

Con il pass ottenuto, ora la squadra si preparerà per la sfida di domenica pomeriggio con la Fiorentina di Cesare Prandelli: con la Champions League messa da parte per un paio di mesi, ora la concentrazione va messa tutta nel campionato, dove si può continuare il proprio cammino, si spera, senza particolari incidenti di percorso. Questa squadra può ancora dare tante soddisfazioni ai propri tifosi e ancora una volta, ne è stata data la dimostrazione.

Mario Martinelli

Nasco nel 1988 in provincia di Bergamo e in una famiglia calciofila, iniziando a nutrirmi di pane e calcio e guardando le partite in tv. Ad inizio anni 2000 vengo travolto dalla passione per il giornalismo, gioco al pallone nelle giovanili dell'Issese, una squadra della mia zona (punta, boss del turnover, centro panchinaro ufficiale) e ne divento il 'giornalista'. Finisco presto in cantiere perché 'chi ha voglia di studiare?' A 16 anni, tra mattoni e impianti elettrici continuo a coltivare la passione dello scrivere, che diventa realtà quando nel 2006 inizio a collaborare per il Giornale di Bergamo. Il calcio Dilettantistico è il mio grande amore: le collaborazioni aumentano, prima il Bergamo & Sport, poi l'eco di Bergamo (per il quale tuttora scrivo). Successivamente commento per un anno il calcio femminile in tv per Videostar (le gare del Mozzanica), con la quale nel frattempo collaboro saltuariamente nella trasmissione 'Parliamo D calcio', sempre in ambito Dilettantistico. Per un breve periodo scrivo pure per 'SpazioJuve', poi il salto in pianta stabile nella squadra di Seilatv (emittente televisiva bergamasca) e nel programma Seiladea, in onda durante tutte le gare dell'Atalanta e condotto dal veterano Patrizio Romano: così dal 2016 al 2018. Mi tolgo poi nel 2019 il grande sfizio di partecipare anche alla trasmissione 'Coppe pazze' su top calcio 24 con Andy Nine e inizio a collaborare pure con Radio Bianconera e la fantastica Controcalcio Radio Web del direttore Maurizio Canino. Attualmente continuo a trattare pure il calcio Dilettantistico con la rubrica 'il doppio misto del Tinez' sul mio profilo Instagram @iltinez88. Ora eccomi in questa nuova squadra, per dare il mio contributo, sperando di portare la mia passione e professionalità. Ad maiora!

Articoli Correlati

Back to top button